Grand Hotel De La Ville

Grand Hotel De La Ville

hotel

Barilla Center, Largo Piero Calamandrei

presenta l’opera di:

Giuseppe Rovesti

 

DECOLLAGE COLLAGE

Il lavoro di Giuseppe Rovesti è la cristallizzazione cartacea di un intervento creativo che ritrova il suo gesto primario a ridosso del muro, superficie scabra e apparentemente inerte, da cui strappa i manifesti corrosi e dilavati dal tempo. Compie un’operazione simile ai decollages di Rotella, ma il lungo e paziente lavoro di manipolazione delle carte stratificate può solo, già in corso d’opera, essere ricondotto al suo universo creativo, solido e garbato. La storia dell’arte del nostro secolo ha costruito attorno al tema dell’affiche una vera e propria poetica, inaugurata probabilmente con  Toulouse Lautrec e proseguita con l’estrapolazione dichiarata ed esibita dei cubisti, fino alle avanguardie storiche, dal Dada alla revisione surrealista. L’opera di Rovesti, se pur con variabilità di intenzione è il frutto di un’ indole indipendente e istintiva che, se non può prescindere da queste premesse, con altrettanta chiarezza se ne distacca a favore di un esercizio di  reimpaginazione del manifesto e del suo messaggio. La pagina strappata non cerca necessariamente un supporto, è già superficie di base per le operazioni successive: un sorvegliato occultamento e svelamento di un ordine prestabilito. Così Rovesti perviene a una pittura che filtra le suggestioni dell’astrazione informale a favore di un linguaggio espressivo autonomo e in continua evoluzione. www.giusepperovesti.it

2012

BIOGRAFIA:

Giuseppe Rovesti (Gualtieri, 10 maggio 1936), dal 1957 vive a Mantova. Nel corso degli anni ’60 il diploma di Maestro d’arte e in seguito, un percorso sperimentale attraverso le più tradizionali tecniche pittoriche: olio, acquarello, pastello e tempera; contestualmente, lo studio dell’anatomia umana, del paesaggio e della natura in genere. Nel 1986 esordisce alla collettiva “L’arte e l’età dell’arte” al Salone Mantegnesco di Mantova. Negli anni ’90 inizia a introdurre nella sua opera la tecnica del collage, impiegando il materiale pubblicitario cartaceo della strada. I suoi lavori, classificati da lui stesso “picto-sculture”, sono stati esposti in diverse mostre collettive e personali che gli hanno permesso di farsi conoscere dalle varie figure attive nel settore, dagli appassionati d’arte, ai galleristi, a una fitta rete di collezionisti privati, italiani e stranieri. A Mantova, nel 1991, con il gruppo “L’Alba di noi” ha allestito una collettiva nella Sala Novanta di Palazzo Ducale, nel 1996 alla Casa di Rigoletto e nel 1998 ha esposto all’Hotel Rechigi di Mantova. Nel 1999 Rovesti ha raccolto una sezione delle sue opere e un regesto critico in un catalogo, e, nello stesso anno, ha partecipato in Svezia alla collettiva di Jonkopings “Tre konstn rer fran Mantua”.

CONTATTI:

Telefono: 0521 0304