ERNESTO MORALES, La Forma e le Nuvole

All’ingresso dell’edificio dell’Ospedale Vecchio, il pittore argentino Ernesto Morales (Montevideo, 1974) presenta il progetto La Forma e le Nuvole che riflette sulla natura ambivalente delle nuvole, elemento insieme celeste e terrestre, materiale e simbolico, metaforico e reale. 

Emblema dell’impermanenza delle cose, le nuvole sono testimoni di una temporalità lenta, quasi immobile, dalla lunghissima durata. Morales lavora per accumuli e sovrapposizioni di colate e al tempo stesso per sottrazioni e dispersioni di pennellate, in dialogo costante con i pittori del passato come Friedrich, Constable, Turner, Richter, Kiefer e con tutti gli altri disegnatori e contemplatori di nuvole e di cieli.

“Come la forma delle nuvole è, all’esterno, irregolare e ineguale, così la forma della pittura di Morales sceglie come campo di ricerca il colore, il lato più irrazionale, indefinibile e instabile dell’opera d’arte, ma anche il più libero e aperto al cambiamento. La sua pittura rompe, attraversa, annulla ogni confine invadendo tutto ciò che incontra. 

Tramite l’uso delle colature, espande e potenzia la propria espressione per affrontare vaste e complesse superfici. 

Come tra due nuvole tutto cambia: la forma, il colore, la consistenza, l’estensione, la densità, così due dipinti identici della stessa nuvola non esistono in quanto la loro forma è provvisoria, precaria, evanescente, emblema stesso della caducità, della volatilità, dell’incessante divenire. 

La pittura è un incessante gioco metamorfico di trasformazioni repentine, rapidi mutamenti di forma, dissoluzioni e ricomposizioni di masse sempre nuove e diverse” (Chiara Canali).

A cura di Chiara Canali
In collaborazione con Area 35 Art Gallery, Milano

null

null

null

ERNESTO MORALES

Ernesto Morales nasce nel 1974 a Montevideo (Uruguay). Inizia la sua carriera artistica a Buenos Aires, dove ha vissuto fino al 2006 quando si trasferisce in Europa e poi in Italia. Il suo percorso artistico internazionale l’ha portato a realizzare mostre in musei, gallerie e fiere d’arte in Paesi diversi, tra i quali Stati Uniti, Italia, Francia, Germania, Spagna, Ungheria, Cina, Singapore, Malesia, Tailandia, Argentina, Brasile, Messico e Uruguay.

Tra il 2009 e il 2012 rappresenta i Governi dell’Italia, dell’Argentina e dell’Uruguay con una serie esposizioni personali in diversi musei italiani e argentini.